IL MONDO PUÒ CROLLARE DA UN MOMENTO ALL’ALTRO!

Photo by Pixabay on Pexels.com

“An apple a day keep the Doctor Away”

Come quando cammini al buio nella tua stanza e non sei più sicuro di conoscerla così bene!

Quando abbiamo bisogno di una guida nei periodi più bui e tempestosi della nostra vita, siamo soliti cercare dei mezzi che possano indicarci la via da seguire. Abbiamo diverse possibilità sotto mano e con poco sforzo, dai libri di filosofia più o meno profondi, alla poesia, passando per i testi di una canzone più o meno recente o ascoltando e ricordando la proverbiale saggezza popolare.

Ma quando leggendo sbatti contro qualcosa che urta le tue conoscenze, mette in dubbio il tuo sapere e ti da prova di una realtà diversa da come la conoscevi, ti vacilla tutto ciò a cui eri abituato a credere e a cui ti attaccavi nei momenti di incertezza.

Mia mamma curava la salute di tutta la famiglia con “una mela al giorno” , e io ho sempre pensato che “se per anni si è fatto così un motivo dovrà pur esserci”. La saggezza popolare, quella racchiusa nei proverbi, è una ricchezza che dobbiamo conoscere e tramandare, perchè forse può essere una fonte di consigli migliori di quelli che trovi su facebook ecc.

Oggi rileggendo un libro di marketing (autore Al Ries, divulgato in Italia da Frank Merenda) ritrovo l’origine della frase “una mela al giorno leva il medico di torno” : scoprire che si tratta di uno slogan pubblicitario coniato negli anni ’20 (1920…) dalla Mather & Crowther e non è derivato della “famosa cultura centenaria dei sani mangiatori di mele” , cioè non è il frutto di anni di osservazioni dei nonni d’Italia e di “studi contadini” i quali comprovano in maniera empirica ma efficace la verità del “proverbio” , mi ha fatto sorgere parecchi dubbi su tante altre cose…

Anzi, è letteralmente esploso un vaso di M… di Pandora!

Quanti altri proverbi, o che io credevo tali, in realtà non lo sono e non sono veri?
Quante altre frasi o detti popolari mi “giudano” ogni giorno e magari seguendoli anziche raggiungere la “terra promessa” mi faranno trovare il cadavere di chi ha sbagliato prima di me?
E il testo di quella conzone? Chi mi dice che “prendendo un donna e trattandola male” succede davvero quello che dice Ferradini?

Quante cose facciamo ogni giorno nel nostro lavoro, nell’educare i nostri figli, nell’allenamento ad auno sport, nel curarci il raffreddore o il singhiozzo e magari stiamo seguendo i consigli di uno slogan pubblicitario di qualche antica azienda “pirata” o le fantasie di un vecchio pazzo tramandate ai posteri?

Chissà, forse siamo animati dalle migliori intenzioni ma le fonti da cui attingiamo le nostre conoscenze potrebbero non essere quelle giuste.
Non so.

Forse la cosa migliore è far parlare i risultati: funziona “ok!” non funziona “bocciato!”
Ma ho prove certe che anche l’interpretazione di questi dati possa essere deviata e manipolata da chi li divulga.

Fate voi: oggi non sono in grado di dare consigli… devo già “revisionare” una cospicua quantità di anni della mia vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

🍸 RISTOCONFESSIONI 🍴

Trova il coraggio di guardare

Neurobioblog # connessioni cervello mente corpo

Neuroscienze e psicologie della salute e dei comportamenti umani

Mente Virtuale

tutto ciò che vuoi scoprire online, e molto altro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: